340 5337910

matteodelmugnaio@libero.it

Via delle gavine, 232 S.Macario in Piano

55100, Lucca

Lun - Ven 08.00 - 20.00
Sab 08.00 - 13.00

Domande frequenti

Risposte a domande che ti sarai sicuramente posto ma a cui nessuno ha saputo risponderti meglio.


Come mi accorgo di che ho una perdita in casa?

La maggior parte dei nostri clienti se ne accorge quando arriva una bolletta più alta del normale, trattandosi appunto di perdite occulte è molto difficile capirlo prima, a meno che non si notino chiazze di umidità o addirittura pozze di acqua insolite.


Non sono allacciato alla rete dell’acquedotto, ho il motore del pozzo che si avvia anche quando non prelievo acqua, c’è una perdita sull’impianto?

E’ probabile, bisogna controllare la frequenza di partenza del motore e, se non vi è installato sopra,  controllare con un manometro la pressione dell’impianto e vedere se c’è un calo e in quanto tempo avviene.


L’impianto di riscaldamento non sta in pressione e devo aggiungere acqua dalla caldaia frequentemente, c’è una perdita sull’impianto?

Non è detto, prima di procedere con la ricerca della perdita è bene controllare che non ci siano perdite in caldaia, sul collettore delle tubazioni e sui rubinetti dei termosifoni. Inoltre è consigliabile far controllare dal tecnico o dall’idraulico il vaso di espansione della caldaia, se fosse rotto o scarico potrebbe essere la causa del problema.


Voi vi occupate solo della ricerca della perdita occulta o provvedete anche alla riparazione?

Generalmente ci occupiamo solo della ricerca, in seguito, il cliente provvede a chiamare personale di sua fiducia per la riparazione idraulica e per eventuali scavi, tracce e ripristini. Qualora il cliente non abbia riferimenti in zona, pensiamo noi a contattare ditte specializzate per ogni intervento.  


Ma la perdita occulta la trovate sempre?

Non sempre si riesce a individuare il punto esatto con la massima precisione. Le cause possono essere molteplici tra cui la piccola entità della perdita stessa, la presenza di eventuali materiali sopra la tubazione limitano o inibiscono l’efficacia dei nostri strumenti,  l’impossibilità di tracciare l’esatto percorso della tubazione, l’inquinamento acustico, ecc. A volte si riesce ad individuare la porzione di tubazione e non il punto esatto.


Quanto costa cercare una perdita occulta? Quanto tempo ci vuole?

Il tempo e il costo dell’intervento dipendono da diversi fattori, come la grandezza dell’impianto, il tipo e la sezione della tubazione, ecc. Per costi e tempistiche, contattateci. Rispondendo a poche domande saremo in grado di fornire un preventivo di spesa dell’intervento.


Ma conviene cercare la perdita?

Sì. Individuando il percorso del tubo, la perdita, o nel peggiore dei casi il tratto di tubazione danneggiata, si limitano notevolmente i costi di un intervento di riparazione o addirittura di sostituzione dell’intera condotta (movimento terra, nuovi materiali, ripristini onerosi).


Ho una perdita sul impianto di riscaldamento, devo limitare al massimo l’intervento invasivo perché il pavimento è molto antico e il ripristino è oneroso. Come procedete?

Il primo passo è capire dove passano le tubazioni del riscaldamento, dopodiché si procede con l’utilizzo della termo camera. Nel caso in cui la risposta sia dubbia si può cercare la conferma provando ad “ascoltare” la perdita con il geofono. Prima di procedere con la demolizione è consigliabile fare un piccolo saggio con il trapano, utilizzando una punta piccola, magari nella fuga della mattonella: il saggio dovrebbe rivelare la presenza o meno di acqua, a conferma delle misurazioni precedentemente svolte.


Che tipo di gas usate per la ricerca perdite? È pericoloso o nocivo?

Il gas che viene utilizzato è un miscela di azoto con una piccola percentuale di idrogeno (<5%), è completamente inerte, non infiammabile, non nocivo o velenoso. Può essere utilizzato per pressurizzare le tubazioni sia dell’acqua che del gas.