[%ATTR_NAME%]

Una vasta gamma di strumentazioni aumenta le probabilità di avere successo.

Capannori (LU): stamani sono stato impegnato nella ricerca di una perdita occulta acqua presso un'abitazione. La difficoltà dell'indagine è apparsa subito elevata, vista la notevole lunghezza della tubazione che partiva dal contatore dell'acquedotto e arrivava alla casa (circa 500m). Un altro campanello d'allarme era dato dal fatto che già un altro tecnico, armato di geofono, non era riuscito a capire dove fosse il problema.

Io però avevo un vantaggio: la mia gamma di strumenti non si limita a un geofono, ma comprende altre tecnologie che mi permettono di avere più probabilità di successo in fase di ricerca. Per iniziare ho mappato la tubazione con il cerca servizi interrati, avendo così la certezza dell'esatto percorso della tubazione. Subito dopo ho iniziato la ricerca della perdita con gas tracciante: un successo. Nella mattinata sono riuscito a individuare dove fosse la perdita, riducendo a circa 1 metro quadro l'area da scavare, con estrema soddisfazione dei proprietari.

Niente da togliere al tecnico che era intervenuto prima di me, ma avere solo una freccia da scoccare dal prorpio arco riduce notevolmente le probabilità di fare centro!

Scrivi un commento

Non ci sono commenti

Lascia il tuo commento

*

*

* (non sarà pubblicata)