[%ATTR_NAME%]

L'inverno è alle porte

L'estate ormai è alle spallle, le giornate sono più brevi e l'aria diventa inevitabilmente più fresca. Tra poco sarà necessario avviare gli impianti di riscaldamento che da ormai diversi mesi sono inutilizzati. 

Con il loro avvio c'è la possibilità che ci si accorga che l'impianto non sta in pressione e che è necessario "rabboccare" il livello dell'acqua, operazione che di solito si fa dalla caldaia, molto frequentemente. Ciò però non vuol dire che ci sia una perdita: ci sono altre cause che possono dare origine a questo fenomeno, ad esempio il vaso di espansione della caldaia che è scarico o guasto, o una piccola perdita dentro la caldaia che viene vaporizzata dal calore, o anche un piccolo sfiato automatico, magari in soffitta, che gocciola piano piano. E' per questo che si consiglia di far controllare prima la caldaia da un tecnico autorizzato, c'è la possibilità che il problema sia di origine diversa.

Questo genere di ricerca è probabilmente il più complicato, sopratutto perchè l'entità della perdita è molto ridotta (a volte basta mezzo bicchiere d'acqua per far calare l pressione). Lo strumento che ci auta di più in queste situazioni è la Termocamera: ci permette di vedere, grazie al calore che viene emesso, il percorso delle tubazioni del riscaldamento con precisione assoluta e ci rivela eventuali "macchie" dovute a una dispersione di calore (vedi foto).

Siamo in prossimità della stagione fredda, periodo in cui vi è più richiesta di questo tipo di intervento, ma noi siamo pronti per intervenire tempestivamente e con tutte le strumentazioni in piena efficienza.

Scrivi un commento

Non ci sono commenti

Lascia il tuo commento

*

*

* (non sarà pubblicata)